PISTA CICLABILE LAGHI SUD

Percorso: Fara Gera d'Adda - Treviglio - Caravaggio - Romano di Lombardia - Bariano - Cortenuova - Cividate - Calcio
Lunghezza: Km 40 ca.
Dislivello: 50 m.
Durata: 6,00 h
Difficoltà: TC (turistico)
Periodo: Gennaio - Dicembre
Terreno: Asfalto (pochi tratti di sterrato)
Ciclabilità:* 100 %
Note:** MOLTA ATTENZIONE a incroci e tratti condivisi con la viabilità ordinaria soprattutto se percorrete la ciclabile con bambini.

Descrizione percorso

Clicca per ingrandire l'immagine

A Fara/Gera d'Adda, dalla passerella prendere a sinistra con attenzione (si deve andare contromano per cinquanta metri) sino a trovare a sinistra via Castello che imbocchiamo per portarci sul fianco della parrocchiale e sbucare in piazza Roma. Proseguiamo sino a via Ponti che seguiamo a sinistra sino all'ingresso del Linificio Cotonificio Nazionale. Qui andiamo a destra in via Dante sino allo stop dove andiamo a sinistra e subito a destra in via Trieste proseguendo poi diritti per via Garibaldi. Allo stop giriamo a destra in via Europa e la seguiamo sino al termine della zona residenziale. Seguiamo a sinistra via Treviglio che si inoltra tra i campi sino a giungere ad un grosso insediamento rurale in località Sant'Andrea. Continuiamo a seguire la strada che aggira il gruppo di cascinali sino a raggiungere un ponticello posto a scavalco della roggia Vailata. Qui prendiamo a sinistra sulla strada sterrata che segue il canale sino a giungere ad una sbarra che superiamo per ritrovare la strada asfaltata che percorriamo sino a raggiungere l'abitato di Geromina.

QUI VIDEO
Transitati davanti al curioso edificio di Villa Campagnola, proseguiamo sino al centro di Geromina, frazione di Treviglio, sino a raggiungere uno stop nei pressi della chiesa. Andiamo a destra in via Canonica, sulla ciclabile posta al fianco della carreggiata. Sottopassata la ferrovia proseguiamo seguendo la strada a sinistra sino al semaforo dove ci portiamo sul lato opposto della strada dove ritroviamo la ciclabile. Al suo termine andiamo a destra per un passaggio riservato e poi diritti in via Tasso dove in breve ritroviamo una corsia ciclopedonale che ci accompagnerà sino ad incontrare viale Cesare Battisti che prendiamo andando a sinistra. Al semaforo proseguiamo per viale Cavour sino a giungere in piazza Cameroni.
Clicca per ingrandire l'immagineDa piazza Cameroni si va a destra in via XXIV Maggio su ciclabile e, aggirando una rotonda, si prosegue per via Pasteur verso il sottopasso ferroviario. Da qui teniamo sempre la ciclabile che, dopo aver superato l'Ospedale e il complesso scolastico, si discosta a tratti dalla strada principale, sino a giungere a Caravaggio.


Superiamo Caravaggio percorrendo, su ciclabile riservata posta in lato destro, via Europa Unita sino al semaforo posto all'incrocio con viale papa Giovanni XXIII. Ci portiamo sulla ciclabile posta sul lato opposto della via e la seguiamo sino alla rotonda dove prendiamo, in sede promiscua, via Francesco Sforza. Allo stop si volta a destra in via Guglielmo Oberdan per poche centinaia di metri sino a ritrovare la corsia riservata in sede propria che teniamo fino al centro di Fornovo San Giovanni.

Clicca per ingrandire l'immagine
Dal centro di Fornovo percorriamo via Don Bietti, sino all'incrocio con la provinciale SP ex SS 591. La attraversiamo e proseguiamo sulla sterrata via Belvedere sino a raggiungere un'area sosta nei pressi del fiume Serio. Dalla piccola oasi imbocchiamo il sentiero sterrato che corre sulla sponda del fiume sino a raggiungere il Bosco dei Bambini e il ponte carrabile sul Serio.
Clicca per ingrandire l'immagineSuperato il Serio sul ponte carrabile giriamo a destra sullo sterrato e sottopassiamo strada e ferrovia proseguendo per un breve tratto sulla sponda del fiume. Prendiamo la prima a destra sino a ritornare sull'asfalto nei pressi della zona industriale di Romano di Lombardia e proseguiamo sino a ritrovare a destra la ciclabile posta sul fianco della tangenziale. Al suo termine, presso un centro commerciale, prendiamo a destra e poi al primo bivio a sinistra per Cortenuova.
Clicca per ingrandire l'immagineAppena prima della rotonda a destra troviamo una ciclabile posta nei campi che seguiamo sino a trovarci sul fianco di una zona artigianale seguiamo sempre la ciclabile sino ad un incrocio con la provinciale SP 170. Qui proseguiamo a sinistra sempre sul percorso protetto sino al semaforo, dove attraversiamo per portarci sulla ciclabile posta sul lato opposto. Al termine delle case prendiamo a destra e poi ancora a destra sino al semaforo. Qui andiamo a sinistra in via Trieste sino alla stazione di Calusco d'Adda. Imbocchiamo
quindi la corsia ciclabile posta lungo la via sino all'incrocio con via Vittorio Emanuele II dove andiamo a sinistra sino alla confluenza nella congestionata via Guglielmo Marconi dove ritroviamo la pista ciclabile che ci aiuterà a raggiungere in sicurezza via Monastero dei Verghi che prendiamo a sinistra. Superata la ferrovia giriamo a destra sino a raggiungere il ponte sull'Adda.

Dal bivio per Cividate al Piano proseguiamo sulla via principale sino al semaforo dove attraversiamo per portarci sulla pista ciclopedonale che seguiamo sino al centro di Cortenuova.

LE VARIANTI

Variante per il centro di Bariano
All'incrocio con la SP ex SS 591 andiamo con attenzione a sinistra sino alle prime case di Bariano. Al bivio per Caravaggio ritroviamo, sul lato opposto, la ciclabile che ci accompagnerà sino al bivio per Romano, dove si va a destra. Dopo un breve tratto promiscuo, prendiamo sulla destra la piacevole ciclabile posta fra i campi e che ci accompagnerà sino al ponte sul fiume Serio.

Variante per il centro di Romano
Dal ponte sul fiume serio proseguiamo sulla strada principale f no a ritrovare a destra la ciclabile se seguiamo sino ad una rotonda dove prendiamo a destra per il centro. Percorrendo via Duca d'Aosta sottopassiamo la ferrovia andando a destra per via Stadio sino all'incrocio con la Soncinese. Attraversiamo andiamo a sinistra e subito a destra in via Cotte che seguiamo sino ad un semaforo. Qui attraversiamo ricongiungendoci con il percorso principale.

Variante per Cividate al Piano
Da qui possiamo raggiungere Cividate al Piano seguendo via Guglielmo Marconi sino all'incrocio con la provinciale SP 99 che attraversiamo per inoltrarci su una stradella posta nei campi. Al primo bivio, dopo una cascina andiamo a sinistra, sino alla SP 101, che attraversiamo proseguendo fra i campi sino a sottopassare la nuova SP 98. Da qui seguendo le vie Cortenuova e Rimembranze, raggiungiamo Cividate al Piano.

Variante per Calcio
Per dirigersi verso il centro di Calcio dobbiamo seguire la ciclabile oltre il cimitero sotto passando la ferrovia e raggiungendo il Santuario della Madonna del Sasso e poi un famoso centro commerciale. Al primo bivio dopo il centro commerciale andiamo a destra e poi a sinistra sulla strada del Fosso Bergamasco. Al suo termine possiamo andare a sinistra, per raggiungere la stazione, oppure procedere dritti attraverso un cancello abbandonato per proseguire a destra sullo sterrato e poi a sinistra sino a ritrovare l'asfalto nei pressi di una cascina. Da qui prendiamo la strada secondaria posta fra due canali per raggiungere in breve il centro di Calcio.
PISTE CICLABILI
Condividi su Facebook Condividi su Twitter
Condividi su Messenger Condividi su LinkedIn Condividi su Google Buzz Condividi su Delicious

LA GERA D'ADDA

INFORMAZIONI TURISTICHE

Il Santuario di Caravaggio

Romano di Lombardia


Copyright © 2018. All rights reserved.Clicca qui per iscriverti al feed RSSContact the author at: mtbstezzanoteam@libero.it